Diventare genitori dopo un tumore

Ancora per troppi giovani malati oncologici viene trascurata la possibilità di preservare la fertilità prima di affrontare i trattamenti anticancro. Ora che i tassi di guarigione sono in aumento (ma lo sono anche le diagnosi di tumore nella fascia d'età fertile) è invece fondamentale che i medici stimolino le domande dei giovani pazienti sulle possibilità future di diventare genitori e rispondano su tutti i loro dubbi. &...

Leggi tutto

Tumori, il 36% degli europei ricorre a terapie complementari alla medicina convenzionale. Al primo posto le erbe ‘medicinali’.

Il 36% dei pazienti oncologici in Europa si sottopone a trattamenti complementari alla medicina convenzionale. Primi fra tutti gli italiani, seguiti dai cechi e dagli svizzeri. Tra tutte le 58 terapie prese in esame, le più diffuse sono quelle a base di erbe, insieme a quelle omeopatiche, ai trattamenti a base di vitamine e minerali e ai tè medicinali, seguite da terapie spirituali e tecniche di rilassamento. In genere, chi fa uso di una qualche Complementary and Alternative Medicine (CAM) è una donna giovane, con un buon livello di educazione, indotta a seguire un trattamento complementare da un amico ...

Leggi tutto

Terapie complementari per i tumori

In Italia il 75% dei malati di tumore affiancano delle terapie non convenzionali a quelle tradizionali. I dati, pubblicati sulla rivista Annals of oncology, sono emersi da uno studio dell'Università di Manchester dove l'Italia si è evidenziata come il paese dove queste abitudini sono più diffuse, la media europea è del 36%, ultimi sono i greci ...

Leggi tutto

“Contro il cancro giocate da attaccanti!”, parola di Stephan El Shaarawy

Ci sono “regole” che possono valere in più ambiti: alcune di queste hanno un parallelo tra calcio e tumori. Questo è il messaggio che la giovane promessa rossonera, Stephan El Shaarawy, ha voluto portare spiegando come le regole dello sport valgano anche per battere i tumori. «Quando si parla di salute meglio giocare in attacco. Non bisogna restare in attesa ma muoversi per tempo per anticipare le mosse di questo terribile avversario: il cancro. Quindi ragazzi, niente sigarette, dieta sana e tanto sport!». Parola di Stephan El Shaarawy, uno dei giovani pi&...

Leggi tutto

Comunicare con i bambini malati: come dire la verità

Le modalità con cui instaurare e realizzare la comunicazione con un bambino nella varie fasi di una malattia costituisce ancor oggi motivo di controversia. La maggior difficoltà nel comunicare una diagnosi (o meglio un progetto di cura) non è tanto nel cosa dire ma nel come dirlo. E con quanti dettagli: il bambino richiede e merita rispetto. Molti genitori trovano difficile parlare ai propri figli, specie se piccoli, di argomenti o malattie &...

Leggi tutto

Un nuovo protocollo di cura per il retinoblastoma

MILANO – C’è un nuovo iter da seguire per la cura del retinoblastoma, il tumore dell’occhio più comune in età pediatrica, sebbene fortunatamente colpisca un numero esiguo di bambini. Attraverso un’innovativa integrazione di trattamenti (chemioterapia, laser, brachiterapia e termo-chemioterapia) si punta a salvare l’occhio e, conseguentemente, la vista ad un numero crescente di bambini. Messo a punto all’Ospedale pediatrico Bambino Ges&...

Leggi tutto

INTEGRATORI ALIMENTARI PER CONTROLLARE I SINTOMI UN AIUTO PER “VIVERE MEGLIO” CON IL CANCRO

Milano 2005 – Nessuna arma è di troppo nella difficile lotta contro il cancro e anche la natura sembra offrire “munizioni” preziose. In particolare, sono state individuate alcune sostanze naturali che hanno un effetto benefico nel controllo dei sintomi o nel bloccare la crescita tumorale. Fra queste i più noti sono il ginseng

Leggi tutto

«Solo l'1% delle farmacie online è legale»

La diffusione dei farmaci online contraffatti e illegali, la denuncia dell'Aifa MILANO - «L'incremento registrato a livello mondiale nella diffusione di farmaci contraffatti o illegali, è in larga parte riconducibile al proliferare di negozi virtuali su Internet che offrono alla vendita medicinali di ...

Leggi tutto

Aspirina per prevenire e curare il cancro?

MILANO – L’aspirina (anche nota come «aspirinetta», ovvero la piccola dose quotidiana usata comunemente da tante persone per la prevenzione da disturbi cardiovascolari) può essere di notevole aiuto contro i tumori. La conferma di quanto già riportato da diverse ricerche negli anni scorsi è pubblicata sull’ultimo numero della rivista scientifica The Lancet e si ...

Leggi tutto

Basalioma, il tumore di chi sta all’aria aperta

MILANO - E' il tumore della pelle più frequente, specie negli anziani e nei lavoratori esposti al sole, come marinai e pescatori, agricoltori, addetti all’edilizia. Il carcinoma basocellulare (anche noto come carcinoma basale o basalioma) è direttamente collegato all’esposizione solare, per questo è molto diffuso in chi trascorre molte ore all’aria aperta e le zone del corpo più colpite sono quelle più scoperte: volto e cuoio capelluto. Fortunatamente, visto l’elevatissimo numero di persone interessate, è anche fra le forme di cancro più «buone». Tanto che ...

Leggi tutto

Sperimentazioni, più informazioni ai malati

MILANO – E’ fondamentale che i malati di cancro diventino protagonisti delle sperimentazioni. Per questo le associazioni di pazienti e le Istituzioni devono collaborare per far conoscere ai pazienti che cosa sono gli studi clinici sulle nuove terapie e quali opportunità di cura offrono. A ribadire l’importanza di questo obiettivo è Elisabetta Iannelli, segretario generale della Federazione delle Associazioni di Volontariato Oncologico (

Leggi tutto

Sos cibo per non far perdere peso ai malati

MILANO – I numerosi studi che sono stati dedicati al rapporto tra alimentazione e tumore dimostrano come un buon stato nutrizionale tenda a migliorare il benessere soggettivo ed oggettivo dei malati. Una nuova conferma arriva da una ricerca inglese da poco pubblicata sul Journal of the National Cancer Institute: i pazienti curati con un adeguato sostegno alimentare vedono incrementare non solo il proprio peso e l’apporto di energie, ma a migliorare è ...

Leggi tutto

Pensare troppo alla malattia fa ammalare anche i familiari

L' impatto del tumore incide non solo sulla vita del malato: chi si prende cura di lui viene messo a dura prova dal punto di vista psicologico. L’assistenza ai pazienti oncologici comporta infatti nei familiari lo sviluppo di elevati livelli di stress, che concorrono all’insorgenza e al mantenimento di disturbi somatici invalidanti. La presenza di disagio psicofisico deriva dall’atteggiamento che i cosiddetti caregiver assumono di fronte alla malattia, ...

Leggi tutto

Quanto devono preoccupare i noduli al seno?

Nella maggior parte dei casi i noduli al seno sono formazioni benigne, a maggior ragione se compaiono in giovane età. Ma un controllo va sempre fatto. «L’età in cui compare il nodulo è, in genere, un elemento importante — spiega Alberto Luini, direttore della Divisione di senologia dell’Istituto europeo di oncologia di Milano —. Fra i 20 e i 30 anni, sono molto comuni i fibroadenomi: noduli ...

Leggi tutto

Cure palliative, come affrontare il momento quando arriva?

Il passaggio dalle cure attive a quelle palliative è uno dei momenti cruciali nell’esperienza dei pazienti oncologici e dei loro familiari. Nel passare da chirurgia, chemio, radio e ormonoterapia alle terapie preposte a lenire il dolore e i sintomi per il miglioramento della qualità di vita residua il malato e i suoi cari attraversano una fase molto importante (e altrettanto delicata) che richiede sostegno e attenzioni a livello psicologico, comunicativo e relazionale. Innanzitutto, meglio sarebbe parlare di cure continuative e porre dunque l’accento sulla continuità di cura, onde evitare che il ...

Leggi tutto

Umberto Veronesi, è guerra al melanoma

Roma, 20 febbraio 2012 - L'Istituto europeo di oncologia dedica un team di medici e di strumenti avanzati alla prevenzione e alla cura dei tumori della pelle. Lo spiega il professor Umberto Veronesi, presentando il 'Melanoma Cancer Center (Mcc)', che riunisce specialisti e macchinari di ultima generazione per diagnosi, terapia e formazione su melanomi e tumori della pelle. Una svolta grazie alla quale Veronesi ribadisce il suo obiettivo mortalità zero ...

Leggi tutto

Chemioterapia in gravidanza, nessun danno al bambino

MILANO – I figli di donne sottoposte a chemioterapia durante la gravidanza crescono e si sviluppano bene quanto gli altri e non vanno incontro ai temuti danni cardiologici, neurologici o cognitivo. La conferma arriva da una serie di studi pubblicati dalla rivista scientifica Lancet Oncology

Leggi tutto

Cancro, l'aiuto che viene dal blog

Prima del blog, il buio. «Ho tuttora ricordi confusi di quel breve periodo compreso tra la diagnosi e la nascita del blog: so che ero concentrata sulle cose pratiche, e per il resto ero disperata e chiusa nel mio dolore». Julia, 39 anni, è ingegnere industriale e mamma di due bambine. Nel 2007 le viene diagnosticato un tumore al seno. Prima si chiude in se stessa – «Mi sentivo un'aliena», spiega sul ...

Leggi tutto

STANCHEZZA CRONICA IN AMBITO ONCOLOGICO (CANCER RELATED FATIGUE)

La stanchezza (spesso denominata anche “fatigue” prendendo a prestito il termine anglosassone corrispondente) è una situazione che può accompagnarsi a svariate situazioni sia fisiologiche che patologiche. E’ normale essere affaticati dopo un intenso sforzo fisico o psichico, anche se la qualità della stanchezza nei due casi è diversa. Ma è normale nella misura in cui la persona riesce a recuperare spontaneamente e pienamente la situazione di benessere che precedeva l’episodio “affaticante”. Il recupero, quindi, perché il soggetto sia ...

Leggi tutto

Tumore, come affrontare i problemi in famiglia ?

Secondo alcune statistiche tre famiglie su quattro devono fronteggiare una diagnosi di cancro nel corso del loro ciclo di vita. Se in questa valutazione vengono inclusi anche il ricordo e la narrazione di esperienze analoghe vissute nel corso delle generazioni precedenti, si può affermare che le malattie neoplastiche sono un evento molto frequente nella vita familiare. Eppure, ogni volta che un membro della famiglia si ammala di tumore, questa evenienza viene vissuta come inattesa (oltre che come negativa, ovviamente): il cancro viene sempre percepito come un ospite sgradito che si presenta non invitato, occupa il nostro spazio domestico ...

Leggi tutto

L'INFORMAZIONE COME MEDICINA.QUELLO CHE I MALATI E I PARENTI DEVONO SAPERE

 MILANO – Per capirlo basta esserci passati attraverso l’esperienza di un parente, di un amico, di un collega. Oppure basta capitare in una corsia d’ospedale, in una sala d’attesa o in un forum su internet dove s’incontrano persone accomunate dalla stessa affannosa e urgente ...

Leggi tutto

GINSENG AMERICANO PER COMBATTERE LA FATICA

MILANO - Guardati spesso con diffidenza, alcuni trattamenti della cosiddetta medicina complementare, che si basano su sostanze d’origine vegetale o animale, sono stati presentati al recente congresso annuale dell’Asco (American Society of Clinical Oncology) di Chicago, suscitando interesse anche da parte della medicina “ufficiale”. In particolare il ginseng si è rivelato un utile aiuto contro la fatica cronica (fatigue) nei malati di cancro, mentre i semi di lino hanno mostrato un buon effetto (da verificare, però, con nuove ricerche) contro le cellule del carcinoma della prostata. Bocciato, invece, l’...

Leggi tutto

ALL’ISTITUTO TUMORI DI MILANO IL PRIMO AMBULATORIO PER LA MENOPAUSA PRECOCE

MILANO - Ogni anno in Italia 45mila donne si ammalano di tumore al seno, la neoplasia più frequente fra le italiane prima dei 50 anni e la prima causa di morte per cancro nel sesso femminile. Per le pazienti la terapia ormonale e la chemioterapia contro questa ...

Leggi tutto

VERONESI-TRENT'ANNI DOPO LA SVOLTA NELLA CURA DEL TUMORE AL SENO

La storia della medicina è fatta così, anni di piccoli progressi silenziosi, invisibili ai più. E poi, come d'improvviso, un grande passo avanti che cambia la vita a migliaia di persone. Per capire quanto è migliorata l'esistenza delle donne con un tumore al seno nel ultimi 30 anni si possono guardare numeri e statistiche: negli anni '80 guarivano 3 donne su 10, ora circa 9 (per guarigione si intende l’assenza di malattia ...

Leggi tutto

ECOCARDIOGRAFIA E DIETA PER PROTEGGERE IL CUORE

MILANO – Le nuove terapie anticancro e i successi della diagnosi precoce continuano a migliorare la sopravvivenza dei pazienti oncologici e, in un numero crescente di casi, trasformano il tumore in una «malattia cronica» con cui convivere anche per parecchi anni. I trattamenti chemio e radioterapici, però, non sono privi di effetti collaterali con cui ...

Leggi tutto

CANCRO AL SENO.COME SCONFIGGERLO?

Roma, 12 dicembre 2011 – Per combattere il tumore al seno

Leggi tutto

CACHESSIA E PERDITA DI PESO

La parola cachessia evoca emozioni e immagini drammaticamente crude. In campo sanitario, con questo termine si e' soliti indicare uno stato di denutrizione e ipotrofia generalizzata dell’organismo, in genere con astenia, ipotensione e ipoprotinenemia, secondario a malattie croniche, cardiopatie di grado elevato e tumori, in primo piano. Secondo l’accezione e il convincimento diffuso, la cachessia precede quasi sempre la morte e non e' suscettibile di importanti e risolutive terapie. Ma recentemente sembra che le cose stiano cambiando. A sostenere questa buona notizia sono gli esperti che si sono riuniti a Roma per la ...

Leggi tutto

RISK OF ANTI-EGFR MONOCLONAL ANTIBODY-RELATED HYPOMAGNESEMIA

Fausto Petrelli†, Karen Borgonovo, Mary Cabiddu, Mara Ghilardi &Sandro Barni †Medical Oncology Unit, Azienda Ospedaliera Treviglio-Caravaggio, Treviglio (BG), Italy Introduction: The typical class side effect of anti-epidermal growth factor receptor (EGFR) monoclonal antibodies (panitumumab and cetuximab) is a cutaneous maculopapular rash, although hypomagnesemia is also described to be a frequent adverse event. The purpose of our meta-analysis is to evaluate the frequency and the relative risk of hypomagnesemia in patients treated with cetuximab or panitumumab in randomized trials. Area covered: Eligible studies included ...

Leggi tutto

OPPIODI E STIMOLATORI, STOP ALLE SOFFERENZE

In Italia esistono circa 200 strutture specialistiche pubbliche, dedicate alle cure palliative Roma, 07 novembre 2011 - IN ITALIA circa 250mila persone, affette da malattie considerate inguaribili, hanno bisogno di cure per alleviare il dolore, definite cure palliative. «Palliativo – evidenzia il Ministero della Salute - non significa inutile. È una cura su vari livelli (medici, psicologi, sociali) necessaria per i pazienti affetti da una malattia che non risponde più ad alcun trattamento e porta al termine della vita». Questo tipo di assistenza interessa, oltre ai malati di tumore, anche quelli affetti da altre ...

Leggi tutto

TUMORI: CON 20 MINUTI SPORT AL GIORNO -40% RECIDIVE CANCRO SENO

Chi ha sconfitto un tumore del seno spesso continua a fumare, e' sedentaria (solo l'11% pratica piu' attivita' fisica rispetto a prima) e segue una dieta troppo ricca di grassi e povera di frutta e verdura. "La prevenzione non finisce mai - spiega il prof. carmelo Iacono, presidente dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) - Una recente revisione su oltre 60 studi ha dimostrato che le donne con un carcinoma mammario che praticano esercizi a intensita' moderata per circa 20 minuti al giorno presentano il 40% in meno di possibilita' di cadere in recidiva rispetto a ...

Leggi tutto