Per la salute della prostata uno stile di vita davvero sano fa la differenza

Per il cibo non esistono divieti assoluti. La parola-chiave è «buon senso», che invita a seguire una dieta variegata, ricca in frutta, verdura, pesce e povera di grassi Alimentazione, attività fisica, stili di vita. La salute maschile passa anche da qui. E poiché l’ingrossamento della ghiandola prostatica è un fatto naturale e inevitabile, sarebbe bene che tutti gli uomini seguissero pochi semplici regole che possono aiutarli almeno a ritardare e arginare la comparsa di problemi. Idratazione adeguata ma poco alcol

Leggi tutto

Tumore al seno, obesità e sovrappeso riducono l’efficacia della chemio

 Fare movimento e non avere chili di troppo si confermano due regole d’oro nella lotta ai tumori. Non solo per tenere alla larga il rischio di ammalarsi, ma anche per avere maggiori possibilità di guarire. Diverse ricerche scientifiche hanno già dimostrato che chi è obeso o sovrappeso rischia di sviluppare forme più aggressive e difficili da curare, così come ha maggiori probabilit&...

Leggi tutto

Gravidanza dopo un tumore al seno: sicura anche per le donne con mutazione genetica BRCA

 Proprio una ricerca italiana aveva già dimostrato che si può diventare mamma dopo un tumore al seno, senza rischi di ricadere nella malattia e in completa sicurezza per i nascituri. Una notizia importante visto che, anche in Italia, sono in aumento i casi di questo tipo di cancro fra le donne giovani che ancora non hanno completato il loro progetto di famiglia. Ora un altro studio internazionale condotto su pazienti con ...

Leggi tutto

Over 65 dopo il tumore: gli «irriducibili» delle cattive abitudini

 Il 60% sceglie uno stile di vita più sano Accusano il colpo a livello psicologico e non rinunciano alle cattive abitudini. E’ preoccupante l’identikit degli anziani italiani curati per un tumore che emerge dall’ultimo censimento ufficiale «I numeri del cancro in Italia 2019»: la maggior parte degli over 65 che ha ricevuto una diagnosi di cancro percepisce il proprio stato di salute come cattivo, una quota non trascurabile soffre di depressione, parecchi faticano a svolgere le normali attività quotidiane. E tanti, ...

Leggi tutto

Raccomandazioni per la gestione dei tumori ginecologici durante la pandemia

 La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto sulle persone affette da tumore, in termini di visite, somministrazione della terapia e di salute. Questi pazienti sono infatti maggiormente a rischio anche perché ricevono chemioterapici altamente immunosoppressivi e sono a rischio di contagio durante il trattamento in ospedale. Nel corso dei mesi sono state pubblicate diverse linee guida e raccomandazioni per le donne affette da tumori ginecologici durante la pandemia. Molte delle linee guida si concentrano sulla limitazione delle interazioni tra il paziente e il personale, limitando il numero e la durata delle visite ...

Leggi tutto

Mirtilli, alghe, bacche: che cosa dice la scienza sui «superfood»

 Non ci sono singoli alimenti dai «poteri miracolosi» che da soli siano in grado di tenere lontano la malattia, neppure se inghiottiti in dosi massicce. Ma quello che mangiamo (e beviamo) è importantissimo: 4 tumori su 10 sono causati da stili di vita sbagliati, a partire da quello che mettiamo nel piatto. Perché i cibi straordinari non esistono? «Stando agli slogan con cui spesso vengono presentati, i superfood sono estremamente ricchi di nutrienti e portano incredibili benefici - spiega ...

Leggi tutto

Tumore della vescica (e non solo): quando l'incontinenza è un problema grave

 A volte bastano un colpo di tosse o una risata, è sufficiente sollevare una borsa della spesa, uno sforzo minimo, e lo stimolo ad urinare diventa irrefrenabile. Farmaci, esercizi fisici, infiltrazioni e chirurgia mininvasiva offrono molte possibilità per arginare l'incontinenza, ma troppo spesso questo disturbo resta un argomento tabù: chi ne soffre si vergogna a parlarne e, ancora frequentemente, i medici non chiedono. Persino peggiore è la situazione se il problema si presenta in forma grave, quando l'unica soluzione possibile è ricorrere all'uso di assorbenti. A richiamare l'attenzione sul problema è la&...

Leggi tutto

Tumore al seno. La diagnosi precoce non deve più aspettare

 Associazioni pazienti e società scientifiche lanciano un appello congiunto alle Istituzioni e alle donne affinché, dpo lo stop determinato dall'emergenza Covid 19, non si perda ulteriore tempo prezioso Anche se il Covid-19 ha catalizzato l’attenzione di tutti negli ultimi mesi, non bisogna dimenticare che esistono altre patologie non meno pericolose per la vita. L’anticipazione diagnostica del tumore al seno è la prima strategia per ottenere le maggiori probabilità di ...

Leggi tutto

COVID-19, uno studio italiano sulle alterazioni di olfatto e gusto

 I soggetti con infezione da nuovo coronavirus e lievemente sintomatici hanno spesso alterazioni dell’olfatto o del gusto. Questa associazione, segnalata in modo aneddotico più volte durante l’emergenza COVID-19, è stata analizzata più approfonditamente da Giacomo Spinato, dell’Università di Padova, e colleghi in termini di prevalenza, intensità e tempistica di insorgenza in un articolo pubblicato online sul “Journal of the American Medical Association”. Ai pazienti, contattati ...

Leggi tutto

Visite rinviate e paura del contagio, i disagi dei pazienti oncologici durante il lockdown

Sospesi tra la malattia che non aspetta e la necessità di deporre le armi e fermarsi per scansare il Coronavirus. Si sentono così i pazienti con un tumore e a mettere in luce le loro emozioni è un sondaggio condotto da 30 Associazioni di pazienti nell’ambito del progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”. In Italia ci sono almeno 3 milioni e mezzo di persone con un tumore che a causa del lock-down hanno dovuto sospendere le visite mediche, i controlli e a volte ...

Leggi tutto

Coronavirus e malati di tumore: che cosa si sa finora?

 A fronte di molte incognite ancora da chiarire su questo nuovo virus SARS-CoV-2, ci sono anche alcune certezze. E’ ormai chiaro, ad esempio, che le persone più avanti con gli anni e quelle che soffrono di alcune malattie croniche (quali ad esempio diabete o patologie cardiovascolari) sono più a rischio di andare incontro alle conseguenze più gravi e critiche dell’infezione.E che circa il 20% dei decessi per Covid19 si registra in persone con una diagnosi di tumore nei cinque anni precedenti. Perché i tumori sono malattie molto ...

Leggi tutto

Coronavirus, quello che hanno bisogno di sapere i malati con un tumore del sangue

 Non ci ammaleremo tutti ci coronavirus, ma (proprio come accade come molte sindromi influenzali) ci sono alcune persone che sono più a rischio di altre sia di contrarre il virus, sia di andare incontro a complicanze che richiedono il ricovero in terapia intensiva e che espongono a un maggior pericolo di morte. Appartengono alla categoria più «fragile» gli anziani e tutti coloro che hanno patologie croniche respiratorie, cardiovascolari o renali, i diabetici e 

Leggi tutto

Coronavirus, che cosa devono fare i malati di tumore: tutte le precauzioni

 Uno dei morti registrati ad oggi in Italia per malattia da coronavirus (Covid-19) riguarda una paziente oncologica, una signora di 68 anni della provincia di Cremona deceduta domenica 23 febbraio all’ospedale di Crema. I medici hanno spiegato che la donna aveva un quadro clinico molto compromesso: era ricoverata nel reparto di oncologia con una diagnosi di cancro, aveva avuto un attacco cardiaco e, in seguito a una crisi respiratoria, era stata trovata positiva anche al coronavirus. 3 milioni e mezzo di malati

Leggi tutto

Tumori colon retto. Meglio anticipare lo screening

Dopo aver analizzato i dati relativi a oltre 165.000 pazienti con tumore del colon-retto diagnosticati tra il 2000 e il 2015, un gruppo di ricercatori USA – guidati da Jordan Karlitz, professore associato presso la School of Medicine della Tulane University di New Orleans e gastroenterologo dello staff del Veterans Health Care System del sud-est della Louisiana – ha rilevato che quasi il 93% dei tumori non era più in situ.   Contrariamente agli studi precedenti che raggruppavano i pazienti in blocchi di età pluriennali, come 45-50, il nuovo lavoro ha esaminato ...

Leggi tutto

L’attività fisica può migliorare davvero la vita dei malati di tumore

 Tumori del color-retto, prostata e seno: tre «big killer» per i quali è stato scientificamente dimostrato quanto l’attività fisica durante e dopo le terapie possa incidere positivamente sul benessere dei pazienti. E anche sul rischio di recidive. I numerosi studi condotti finora sono concordi nel dire che per un malato di tumore lo sport riduce la fatigue (stanchezza cronica, un effetto collaterale di chemio e radioterapia), la nausea e gli stati di ansia, migliora il tono dell&...

Leggi tutto

Lo zafferano frena una grave malattia degenerativa della vista, la malattia di Stargard

Uno studio clinico senza precedenti condotto da esperti della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e Università Cattolica, campus di Roma mostra l’efficacia dello zafferano, per la prima volta su pazienti, come cura per una grave malattia degenerativa della vista, la sindrome di Stargardt, una rara malattia genetica. Il trattamento è semplice e senza effetti collaterali. È quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista “Nutrients” e coordinato da Benedetto Falsini, professore associato dell’Istituto ...

Leggi tutto

Integratori alimentari. Il Ministero della Salute chiarisce: “Non hanno finalità di cura”. Ecco i 10 consigli su come assumerli in sicurezza

Da Lungotevere Ripa arriva un decalogo sugli integratori alimentari. Sono “fonti concentrate di nutrienti o altre sostanze ad effetto “fisiologico” che non hanno una finalità di cura, prerogativa esclusiva dei farmaci, perché sono ideati e proposti per favorire nell’organismo il regolare svolgimento di specifiche funzioni o la normalità di specifici parametri funzionali o per ridurre i fattori di rischio di malattia”.   Gli integratori alimentari sono alimenti presentati in piccole unità ...

Leggi tutto

Tumori. Esercizio fisico su misura migliora la compliance alla chemioterapia

 La percezione di una maggiore sensazione di affaticamento dopo la chemioterapia normalmente influisce sulla capacità fisica di un paziente e sulla sua volontà di dedicarsi all’esercizio fisico. La programmazione dell’attività motoria sulla base dei cicli terapeutici è una strategia di esercizio che varia l’intensità o il volume del training per massimizzare i miglioramenti nella forma fisica e consentire una ripresa ottimale.

Leggi tutto

Carni rosse e salumi: uno studio riapre la discussione sul legame con i tumori

 L’allarme del 2015 Sembrerebbe un contrordine rispetto all’allarme «esploso» nel 2015, quando l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) di Lione, massima autorità in materia di studio degli agenti cancerogeni che fa parte dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), aveva inserito le carni rosse e ...

Leggi tutto

Valori anomali degli esami del sangue: quali possono essere spia di un tumore?

 Cos’è l’emocromo «L’emocromo (abbreviazione di esame emocromocitometrico) è l’esame del sangue più frequentemente richiesto dal medico o dallo specialista - dice Fabrizio Pane, direttore dell’Ematologia all'Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli -. Può essere richiesto come controllo di routine, oppure come prima verifica in presenza di “qualcosa che non va”: quando una persona ha segni di infezione, è debole o stanco, oppure presenta infiammazioni (gonfiori), lividi o sanguinamenti. Alcune di ...

Leggi tutto

Tumore, le 12 regole per prevenirlo

 Non fumare Non consumare nessuna forma di tabacco. Il tabacco è da solo responsabile del 90 per cento dei casi di cancro al polmone, del 70 per cento di quelli di tumore della vescica e di migliaia di altri tipi di neoplasie (stomaco, fegato, laringe, faringe, pancreas) che vengono diagnosticati ogni anno. «Il fumo continua a essere la prima causa di morte evitabile in tutto l’Occidente e uccide ogni anno nel nostro Paese più di 70 mila persone», dice Paolo Veronesi, presidente di ...

Leggi tutto

Farmaci con ranitidina, Aifa blocca anche Buscopan antiacido, Ranidil, Zantac e altri prodotti

 L’Agenzia italiana per il Farmaco, dopo il ritiro di 195 farmaci per possibili impurità cancerogene dispone in via precauzionale il divieto di utilizzo di 519 prodotti antiacido, molti da banco, usati per alleviare bruciori di stomaco, reflusso e ulcere Dopo il ritiro diretto di 195 farmaci con ranitidina prodotti dalla ditta indiana Saraca Laboratories, per la presenza di un’impurità potenzialmente cancerogena, l’Agenzia italiana ...

Leggi tutto

L’attività fisica è una ‘cura miracolosa’. Ecco perché e come prescriverla

 Riduce del 30% la mortalità per tutte le cause, del 30-40% il rischio di diabete di tipo 2 e sindrome metabolica, del 25-30% il rischio di malattie cardiovascolari. Ad ottenere questi risultati straordinari non è un farmaco delle meraviglie ma l’attività fisica che dunque, secondo Christine Haseler

Leggi tutto

Tumori: il 63% delle donne e il 54% degli uomini sono vivi a 5 anni dalla diagnosi. Ma la battaglia è tutt’altro che vinta.

 Presentato oggi al Ministero della Salute il nuovo volume sui numeri del cancro, frutto della collaborazione tra AIOM, AIRTUM, Fondazione AIOM, PASSI, PASSI d’Argento e SIAPEC-IAP. Sono tre milioni e mezzo gli italiani che vivono dopo la scoperta della malattia e almeno un paziente su quattro, pari a quasi un milione di persone, è tornato ad avere la stessa aspettativa di vita della popolazione generale e può considerarsi guarito. Stefania Gori, presidente AIOM: “...

Leggi tutto

Farmaci alla ranitidina. Presenza d’impurezza cancerogena in alcuni lotti. Aifa dispone il ritiro

 La ranitidina è un inibitore della secrezione acida utilizzato nel trattamento dell'ulcera, del reflusso gastroesofageo, del bruciore di stomaco e di altre condizioni associate a ipersecrezione acida. È commercializzata in Italia sia come medicinale soggetto a prescrizione medica, sia come medicinale di automedicazione, in forma di compresse, sciroppi o soluzioni iniettabili per uso endovenoso

Leggi tutto

Anemia, che cosa succede al nostro corpo quando manca il ferro

 Stanchezza cronica Una stanchezza che non passa, inspiegabile. La testa fa male e se ci si guarda ...

Leggi tutto

Epatiti, causa non sono integratori curcuma ma malattie latenti del fegato

 I casi di epatite seguiti all'assunzione di integratori a base di curcuma non sono dovuti a contaminanti, ma a problemi di fegato presenti, in modo a volte latente, in chi li assume. Pertanto, verrà prevista una apposita etichettatura da apporre su questi prodotti. Lo rende noto il ministero della Salute, alla luce di quanto emerso dagli approfondimenti condotti da un gruppo interdisciplinare di esperti e dal Comitato tecnico per la nutrizione e la sanità animale. Nei mesi scorsi erano stati segnalati, in Italia, diversi ...

Leggi tutto

I 15 diritti (poco conosciuti) dei malati di cancro

 In Italia un milione di pazienti-lavoratori e 4 milioni di caregiver Degli oltre tre milioni di connazionali che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di tumore, più di un milione si è trovato a dover affrontare la malattia insieme agli impegni legati alla normale attività professionale A questo numero già imponente vanno poi aggiunti i ben quattro milioni di caregiver oncologici, ovvero coloro che si occupano del sostegno ai pazienti. Sono soprattutto familiari: mogli, mariti, figli che, nell’assistere un proprio caro, 

Leggi tutto

Il tumore non vieta le vacanze

 Un italiano su 19 è vivo dopo una diagnosi di tumore. Alcuni possono già considerarsi guariti, altri hanno scoperto la malattia da poco e stanno seguendo le terapie. In ogni caso, prendersi un breve periodo di ferie può rivelarsi utile sia per recuperare le forze fisiche sia per il benessere mentale. Mentre tutti attorno a loro progettano le vacanze estive, però, moltissime famiglie rinunciano a priori a una «fuga dalla quotidianità» che ritengono sia loro preclusa. Ma, salvo alcune eccezioni, non è così. Certo, per poter pensare di ...

Leggi tutto

Le tre regole d’oro (facili e a costo zero) per non ammalarsi di cancro

Nuove terapie, sempre più efficaci e sempre meno tossiche. Nuovi sofisticati strumenti diagnostici. Moltissime innovative tecnologie utili per raccogliere dati ed elaborare velocemente le informazioni più disparate. Nei giorni scorsi a Lecce si è parlato di questo e molto altro, durante il congresso annuale del Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri (CIPOMO), dove vari specialisti si sono confrontati uniti da un obiettivo comune: prevenire i tumori e curare al meglio chi si ammala.C'è una cosa che stenta però a uscire dalle sale dei congressi e a entrare nella ...

Leggi tutto